Alone in berlin

Ognuno muore solo ● Alone in Berlin

La libreria è come la ricordavo: una navata di scaffali lucidi di legno scuro, vetrine illuminate con le novità della settimana. Un gradito, provvidenziale salto nel passato. Dalla porta, stranamente aperta, entrano il freddo natalizio e il rumore del traffico di Holland Park Avenue. Sto scorrendo da un po' le trame dei libri quando decido che ne ho abbastanza, e mi premuro di comunicarlo alla mia Misteriosa Complice. "Mi sono rotto le palle" irrompo "di romanzetti d'amore ambientati nella Germania…